Siti tematici

 



 
I frigoriferi degli italiani sotto la lente degli Istituto Zooprofilattici.

Che succede a un vasetto di yogurt una volta che lo prendiamo dal banco del supermercato e lo riponiamo nel nostro frigo? Siamo davvero sicuri di conservarlo nel modo migliore?

Una ricerca di tutta la rete dei dieci Istituti Zooprofilattici italiani, coordinata dall’Istituto della Lombardia ed Emilia Romagna e finanziata dal Ministero della Salute, ha l’obiettivo ottenere informazioni relative alle condizioni di utilizzo  dei prodotti alimentari una volta usciti dall’ambito dei controlli su produzione e commercio. Se tutta la vita di un prodotto, dalle materie prime che lo costituiscono, alla sua trasformazione e vendita, è sottoposta a rigidi disciplinari igienico-sanitari, nulla si sa di ciò che avviene dopo, nella sua fase di conservazione domestica. Il progetto ha quindi lo scopo di monitorare ciò che avviene nei frigoriferi degli italiani, con riguardo in particolare alla temperatura in cui i prodotti vengono tenuti. E’ proprio la temperatura infatti uno dei fattori più importanti che condiziona la moltiplicazione e sopravvivenza dei microrganismi, soprattutto nei prodotti pronti al consumo (RTE).

COME SI SVOLGE LA RICERCA – Il progetto prevede la creazione di una lista di famiglie disponibili a fare eseguire un test sul proprio frigorifero. Fra tutti i soggetti che si diranno disponibili, verrà estratto un campione rappresentativo. Per quanto riguarda la Sardegna, le famiglie volontarie dovranno essere almeno 700, fra le quali verrà estratto un campione di 22 famiglie. Presso le loro case verranno sistemate tre piccole sonde della misura di tre centimetri all’interno del frigorifero e una nel locale all’interno del quale il frigo è collocato. Le sonde verranno consegnate e installate da personale dell’Istituto, e dovranno restare collocate per una settimana. Dopo la settimana di rilevazione alle famiglie verrà somministrato un questionario totalmente anonimo.

I nuclei familiari che si candideranno avranno così la possibilità di conoscere il livello di adeguatezza del proprio sistema di conservazione domestico, e riceveranno, a ricerca conclusa, una brochure con tutti i dati emersi, oltre a  indicazioni per una corretta gestione al livello domestico degli alimenti.

PARTECIPARE E’ FACILE – Cliccando qui accedi al form per la registrazione. Compilandolo e inviandolo a frigoriferi@izsler.it si entra a far parte dei nuclei familiari candidati. Entro il 30 agosto il personale degli Istituti Zooprofilattici provvederà a contattare le famiglie estratte. La rilevazione verrà poi svolta in un periodo concordato, fra il primo settembre 2018 e il 30 settembre 2019.

Per ulteriori informazioni è sufficiente inviare una mail a info@arsalimentaria@izsler.it o contattare i referenti del progetto:

Piera Mele 079 2892352   piera.mele@izs-sardegna.it

Paolo Daminelli 0302290534 – Nicoletta Vitale 0302290635 – Giorgio Galletti 0514200032

 




Amministrazione trasparente
Gare
Concorsi
Avvisi e
Comunicazioni

Regolamenti
Elenco incarichi
Contrattazione
integrativa

Provvedimenti
Amministrativi


Relazione Tecnica
Quaderni Informativi
Guide per l'utenza
Corsi/Seminari

Informazioni
Link all'applicativo


La politica della Qualità
Elenco delle prove accreditate da Accredia
Certificato-Convenzione di Accreditamento

Sito
Determine
Bandi