Siti tematici

 



 
Medici e Veterinari alleati contro i batteri resistenti ai farmaci. Venerdì a Nuoro un convegno per celebrare la giornata europea dell’antibiotico
25.000 morti all’anno in Europa a causa dei batteri resistenti. 750.000 morti nel mondo. Costi sanitari valutati in milioni di euro nella sola Unione Europea. Questi sono i dati attuali causati dalle rapide mutazioni dei ceppi batterici che diventano sempre più resistenti agli antibiotici, sostanzialmente a causa di un abuso di questo tipo di farmaco da parte sia di operatori sanitari che di privati cittadini. 

Lo ha rimarcato venerdì mattina a Nuoro il direttore dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sardegna, Alberto Laddomada, nel corso di un convegno per presentare la giornata dedicata a questo tema dall’ECDC - European Centre for Disease Prevention and Control - cui lo stesso Istituto e l’Assessorato alla Sanità e Igiene della Regione Sardegna hanno aderito. La giornata è arrivata quest’anno alla sua decima edizione, e ha visto l’adesione di organizzazioni ed agenzie sanitarie di quasi tutti gli Stati membri dell’Unione Europea.

Un problema che non riguarda esclusivamente la salute dell’uomo né solo quella animale, ma che attraversa entrambi i campi ed ha necessità per una sua risoluzione di un approccio unico ed integrato. Senza trascurare aspetti organizzativi ed amministrativi che possono aiutare a porre fine a comportamenti errati, ad una maggiore consapevolezza e all’adozione di pratiche di controllo e monitoraggio sulla distribuzione dei farmaci più efficaci. 

Il nostro Paese ha adottato da poche settimane il Piano Nazionale di Resistenza agli antibiotici e anche questo documento, come ha sottolineato il direttore del servizio regionale di sanità pubblica veterinaria Daniela Mulas, ha come parola chiave appunto il coordinamento fra tutti i soggetti che a vario tipo intervengono nella catena di distribuzione del farmaco, fino alla sua assunzione finale da parte dell’uomo o dell’animale. Entro il 2020 ogni Regione dovrà adottare un proprio piano di contrasto alla resistenza all’antibiotico e una delle sue componenti fondamentali dovrà essere un migliore sistema di controllo.

Attualmente infatti la sorveglianza sulla distribuzione nel campo veterinario è ancora sprovvista della ricettazione elettronica, adottata in sanità umana già dal 2015. Il controllo attualmente viene svolto attraverso la compilazione di tabelle elettroniche, attraverso grosse difficoltà di un aggiornamento frequente e scarsa possibilità di inserimento di dati dettagliati. Dal settembre 2018 anche il settore veterinario si doterà di una unica applicazione sulla quale potranno confluire dati sulle prescrizioni di farmaci e mangimi medicati. 

Il tema del controllo e della modifica di comportamenti errati è stata evidenziata anche da Benedetto Arru, ricercatore in Sanità Pubblica presso l’Università di Sassari. Arru ha rimarcato come il consumo nazionale di antibiotici a livello ospedaliero sia ancora troppo elevato, come dimostrano i dati contenuti nell’ultimo report europeo. E’ necessario, sostiene, mettere in campo azioni coordinate che promuovano, tra le altre cose, la sorveglianza e la prescrizione appropriata del farmaco. La Regione Sardegna, attraverso le linee tracciate nel Piano Regionale della Prevenzione, si sta muovendo proprio in questo senso.

Lo Zooprofilattico della Sardegna ha cominciato ad affrontare in tema già dal 2001 attraverso progetti di ricerca soprattutto nel settore ovino. Lo ha illustrato nel suo intervento Stefano Lollai, dirigente dello Zooprofilattico, nel quale ha ripercorso circa quindici anni di ricerca dell’Istituto sul tema. 

La consapevolezza dei rischi legati ad un uso improprio degli antibiotici è ancora basso da parte degli operatori sanitari e veterinari, e l’Istituto, su richiesta della Regione Sardegna, si prepara ora a lanciare una capillare campagna di comunicazione.




Amministrazione trasparente
Gare
Concorsi
Avvisi e
Comunicazioni

Regolamenti
Elenco incarichi
Contrattazione
integrativa

Provvedimenti
Amministrativi


Relazione Tecnica
Quaderni Informativi
Guide per l'utenza
Corsi/Seminari

Informazioni
Link all'applicativo


La politica della Qualità
Elenco delle prove accreditate da Accredia
Certificato-Convenzione di Accreditamento

Sito
Determine
Bandi